Not Just a Festival

8/10 Settembre. Buonconvento. Siena. Toscana
00 D 00 H 00 M 00 S
Alla 12esima Edizione

Festival

Buonconvento: uno di più belli Borghi d'Italia. A 25 km da Siena, posto nel bel mezzo delle Crete Senesi, questo antichissimo borgo si adagia lungo le dolci colline della Val d'Arbia, uno dei luoghi più belli della Toscana. Per questo è un "luogo felice, fortunato", come l'etimologia latina del nome suggerisce (bonum conventum): bellezza, storia e cultura si possono incontrare in ogni angolo di questa terra e in ogni pietra dell'antico borgo. Borgo che nasce e si sviluppa lungo la Via Cassia, l'antica via Francigena che portava i pellegrini da Canterbury fino a Roma.

Qui, dal 2006, si celebra uno dei Festival birrari italiani più importanti, nato per celebrare la nostra amicizia con molti birrai belgi e poi allargatosi anche a tanti del mestiere, come succede con le amicizie vere. Diventato nel tempo un importante punto di riferimento internazionale, il festival seleziona ed invita solo quei produttori che con le proprie birre sono segno evidente della raggiunta eccellenza nell'ambito della produzione artigianale di qualità. Belgi, italiani, americani, olandesi, norvegesi, danesi, inglesi, spagnoli: birrai dai quattro angoli del mondo, uniti dall'unico comune denominatore della birra artigianale di qualità.

Nato con la volontà di mettere a confronto, in un posto "speciale" e (provocatoriamente) al centro della terra del vino, la produzioni birrarie di due paesi, il Belgio e l'Italia, emblema della tradizione secolare il primo, una delle espressione più importanti della "rinascita" della birra artigianale in Europa il secondo. Ci vogliono molti mesi (e tanta pazienza!) per organizzarlo ma quando quei tre giorni di festival finiscono ci lasciano sempre un pizzico di nostalgia, perché sappiamo che dovremo aspettarne altri 365 per rivivere quelle emozioni.

Edizione 2016

8000 persone in tre giorni di festival..Il Villaggio è un sistema complesso. Molte sono le parti che compongono il tutto, ogni singolo elemento interagisce con gli altri per portare completezza all’insieme. E’ il luogo degli equilibri e dei contrappesi, delle sinergie e dei contrasti; ma è anche, e soprattutto, un luogo felice.

Da anni, da più di dieci anni, undici con questo. Una storia che si allunga, srotolandosi nel tempo e nello spazio personale di ciascuno, nello spazio che ciascuno può e vuole concedere. Come tutti i sistemi complessi, ha una imprevedibilità intrinseca e porge il fianco anche al possibile paradosso. Tutto questo lo fa bello, lo fa anche complicato ma Piana, alla fine, rasserena. Sempre. Il Villaggio ha i piedi piantati su di una terra e un passato rassicuranti: si sforza di traguardare un presente sempre più articolato e “pretende” di gettare lo sguardo verso un futuro che adesso solo si intravede. E’ un gioco di intuizioni, di scommesse, di splendide incertezze.

Al Villaggio è sempre piaciuto giocare con queste carte, e a chi lo vive piace “essere giocato” così. Lo vedi nella luce che hanno gli occhi dei bevitori di “lungo sorso”, allenati alla caccia. Lo intuisci nell’espressione trasognata di chi vi si accosta per la prima volta. Ne scorgi le ultime tracce in chi se ne allontana portandosi dietro storie (e birre) da raccontare. Come anche quest’anno. “Un” Villaggio è finito, “il” Villaggio si è già incamminato verso altre mete. Ci aspetta …. là.

Dall'Italia - Creatività

Olmaia, Canediguerra, Hammer, Retorto, Hop Skin and Etnia.

Dal Belgio - Tradizione

Alvinne, Blaugies, Boelens, Cazeau, De Dochter Van Der Korenaar, De Ranke, Den Hopperd, Den Triest, Du Brabant, Fantome, Glazen Toren, Hof Ten Dormaal, Kerkom, de la Senne, Sint Canarus, ‘t Hofbrouwerijke, Verzet.

Europa & USA - Nuove Frontiere

BFM (CH). Kees (NL). Ales Agullon and Guineu (SPA). Against the Grain, J Wakefield Brewing, Other Half Brewing, Arizona Wilderness Brewing Co. Prairie (USA). Beawertown (UK). Dunham (CAN). Σολο Your Cretan Craft Beer (GR). Sour Corner: Birroteca The Dome (ITA).

Agenda

Quest'anno, non riusciamo proprio ad aspettare: stiamo preparando una serie di eventi, sia in Italia sia all'estero, per rendere l'attesa meno… amara!

Campi di Birra.

Show more. Show less.

Italian Grape Ales Festival in Villa Montalvo - Campi Bisenzio (FI). www.campidibirra.it

Campi di birra

"Enotria", la terra del vino. Così gli antichi Greci chiamavano l’Italia, da dove facevano arrivare fino ad Olimpia il vino da offrire ai vincitori dei Giochi Olimpici. Una terra con la vigna e il vino iscrtitti nel proprio DNA, dunque, un “patrimonio genetico” che non poteva essere ignorato dalla combattiva pattuglia dei mastri birrai artigianali italiani, considerati fra i più capaci e fantasiosi al mondo. Non sono stati loro i primi a giocare con l’uva, usandone i chicchi, il mosto o la sapa: il “gioco” lo hanno inizato i belgi e gli americani, ma gli italiani lo hanno fatto “di più”, e “meglio”. Così bene, che a partire dal 2015 lo stile Italian Grape Ale (IGA), ha avuto la sua consacrazione e il suo riconoscimento ufficiali, comparendo nelle pagine dello Style Guidelines, la vera e propria “bibbia” della birra pubblicata e aggiornata ogni anno dall’americana BJCP.

Uno stile emergente, perfettamente in linea con la ruspante giovinezza del movimento brassicolo italiano, dai limiti e dalle caratteristiche volutamemnte elastici. Le birre che appartengono a questo stile possono usare l’uva sotto forma di frutto o di mosto; le caratteristiche aromatiche delle uve impiegate di volta in volta devono essere perfettamente riconoscibili, ma senza prevaricare gli altri aromi; anche il colore della birra e il suo grado alcolico possono variare di volta in volta.

Un mondo (birraio) nuovo, quindi, in continua espansione, che sulle orme dei primi esperimentatori ha visto popolarsi di numerosissime ed interessanti sperimentazioni, favorite dalla enorme ricchezza e varietà del patrimonio ampelografico italiano. Birre nelle quali compaiono in percentuale mosti di uve Vermentino, Freisa, Timorasso, Croatina, Cortese di Gavi, Fortana, Barbera, Aleatico, Verdicchio, Sangiovese, Aglianico, Moscato; birre nelle quali la sapa (di Cannonau, di Nasco, di Malvasia di Bosa, di Vermentino di Cagliari) lascia la propria inconfondibile impronta; birre che si arricchiscono dal passaggio sulle vinacce di moscati e barbere...

Di tutto ciò questo festival.

Birrifici

  • Birra Amiata (Arcidosso – GR)
  • Birrificio Artigianale Barley (Maracalagonis - CA)
  • Birrificio Birranova (Triggianello - BA)
  • Birrificio Brùton (San Cassiano di Moriano – LU)
  • Canediguerra (Alessandria)
  • Birrificio dell’Elba (Portoferraio - LI)
  • Birrificio dell’ Eremo (Assisi – PG)
  • Birrificio l'Olmaia (Montepulciano -SI)
  • Sagrin (Calamandrana - AT)
  • Birrificio Sorrento (Massa Lubrense – NA)
  • Birra Toccalmatto (Fidenza – PR)
  • Cantillon & BFM Corner
  • 2° Villaggio Belgian Edition

    Show more. Show less.

    Seconda Edizione in terra belga, nella splendida fattoria del Birrificio Kerkom (Kerkom-bij-Sint-Truiden). 5 birrifici italiani e 10 belgi (che si alterneranno nei due giorni), laboratori, homebrewer contest, musica e un angolo di Toscana con la nostra cucina: braciere, salumi, formaggi. Il Villaggio è casa, ovunque sia. (cit.)

    villaggio della birra belgian edition

    Con il Patrocinio dell'Ambasciata d'Italia a Bruxelles

    12° Villaggio della Birra©

    Show more. Show less.

    Dodicesima Edizione del Festival Internazionale dei Piccoli Birrifici. Per chi ci è stato, non abbiamo nulla da poter aggiungere (o togliere) a quello che ciascuno ha saputo sperimentare di persona: in questo caso, il vissuto di ciascuno è l'unico criterio di verità. Ognuno ha il "suo" Villaggio; aggiungiamo, per fortuna. Per chi non c'è stato, inutile tentare di riprodurre sensazioni, impressioni, atmosfere: l'unico modo per capire il Villaggio è provare a vivere questa esperienza magnifica, che va avanti da undici anni.

    Diventato nel tempo un importante punto di riferimento internazionale, il festival seleziona ed invita solo quei produttori che con le proprie birre sono segno evidente della raggiunta eccellenza nell'ambito della produzione artigianale di qualità. Belgi, italiani, americani, olandesi, norvegesi, danesi, inglesi, spagnoli: birrai dai quattro angoli del mondo, uniti dall'unico comune denominatore della birra artigianale di qualità.

    Contatti

    Dove siamo

    Buonconvento: uno di più belli Borghi d'Italia. A 25 km. da Siena, posto nel bel mezzo delle Crete Senesi, questo antichissimo borgo si adagia lungo le dolci colline della Val d'Arbia, uno dei luoghi più belli della Toscana. Per questo è un "luogo felice, fortunato", come l'etimologia latina del nome suggerisce (bonum conventum): bellezza, storia e cultura si possono incontrare in ogni angolo di questa terra e in ogni pietra dell'antico borgo.

    Borgo che nasce e si sviluppa lungo la Via Cassia, l'antica via Francigena che portava i pellegrini da Canterbury fino a Roma, le tracce del cui passaggio si possono riconoscere ancora oggi.

    • Comitato Villaggio della Birra©
      Loc. Bibbiano, 7 - 53022 Buonconvento (Siena). Tuscany IT
      Fiscal Code: 92062960528 - TVA: IT01434350524
    • Event Location: Villa di Piana
      Strada Esterna di Piana
      53022 Buonconvento (Siena). Tuscany IT

    Scrivi pure: